Plasma iperimmune (…e plasma)

  • Home
  • Plasma iperimmune (…e plasma)

Plasma iperimmune (…e plasma)

L’impegno di Avis Prato nel comunicare le candidature ai Centri Trasfusionali per i progetti di ricerca sul plasma iperimmune è sempre massimo. L’argomento è delicato, ma ci permette anche di fare luce sulla tematica della donazione di plasma in generale.

La Regione Toscana, capofila dello studio nazionale Tsunami per l’utilizzo a scopo terapeutico del plasma iperimmune, rinnova l’appello a donarlo.
In tale plasma è presente un elevato livello di anticorpi specifici che potrebbero essere utili a neutralizzare il virus e a ridurre la carica virale attraverso l’immunizzazione passiva; gli anticorpi sono presenti nel sangue di soggetti che hanno contratto il Covid 19 in forma grave e sono guariti/e, oppure che hanno manifestato la malattia con sintomi lievi o anche in modo asintomatico.

Non è consentita la donazione di plasma iperimmune a donne che abbiano avuto gravidanze portate o termine o meno, a causa della presenza di altri anticorpi sviluppati in gravidanza che potrebbero compromettere lo stato di salute di chi riceve.

ATTENZIONE: Si ricorda che questa limitazione vale solo per la trasfusione di plasma iperimmune, mentre chi ha avuto gravidanze può comunque effettuare la donazione di plasma “classica”, che è altrettanto importante per tantissimi motivi!

Tramite la consueta procedura della plasmaferesi possono donare il plasma iperimmune:

– soggetti sintomatici con tampone positivo che siano stati in isolamento per 10 giorni di cui almeno 3 senza sintomi con successivo tampone negativo;
– soggetti asintomatici con test sierologico positivo IgG e successivo tampone negativo.

Se rispetti i requisiti di cui sopra, puoi contattarci via mail scrivendoci il tuo nome e il tuo numero di telefono: provvederemo a girare il tuo contatto al Centro Trasfusionale per procedere con l’iter.

La donazione di plasma è fondamentale a prescindere dal progetto iperimmune.

Donatori e donatrici di plasma vengono abitualmente, tutti i giorni, a compiere questo gesto importantissimo insieme a chi dona sangue intero. Parlarne nei termini giusti serve a comprendere perché si dona, e che cos’è.

Soltanto grazie alle donazioni di plasma si riesce ad avere la possibilità di fornire immunoglobuline, cure e trattamenti per emofilia, per tumori, leucemie, malattie autoimmuni, malattie neurologiche, renali, epatiche, ustioni gravi, e molto altro.

Non a caso, alcuni dei plasmaderivati vengono chiamati letteralmente farmaci salvavita.

Il plasma donato è reintegrato dal proprio organismo in meno di tre giorni: per questo motivo è possibile effettuare la donazione anche una volta al mese. Chi dona plasma è solita/o alternare la donazione con quella classica di sangue intero, la quale come si sa prevede intervalli più ampi.

Se dovessi scegliere di provare a donare anche il plasma, chiamaci o scrivici per fissare l’appuntamento: ti aspettiamo quando e se vuoi!